?

Log in

Anna
17 January 2012 @ 03:17 pm

17 Gennaio 2012                                                                                                                                                  H 00:00 


Ed eccomi di nuovo qui... a scrivere per te...

E' strano doverti scrivere e non poterti parlare più di persona, sai nonna?...

E' appena passata la mezzanotte di lunedì 16. Ciò vuol dire che è martedì 17. Cioè che domani (mercoledì) è già una settimana che tu non ci sei più. Ancora non ci credo... Sembra ieri che venivo in ospedale o a casa a trovarti ... Sarò ripetitiva ma, mi manchi veramente tanto... Ecco! Piango di nuovo...

Il tempo passa troppo in fretta. Non fai in tempo a fare nulla che già è passata una mattinata, una serata, una giornata o, addirittura una vita...

Ieri/oggi mamma, zia e nonno ti hanno portata al cimitero. Quanto ci sono rimasta male che non sei potuta restare a casa tua... La casa che hai sempre desiderato e che non potevi permetterti agli inizi... Peccato che non te la sia potuta godere a pieno...

E' difficile pensare che non potrò più chiederti come stai... Ma come mi avresti potuto rispondere?... “Come sempre a nonna...” è sempre stata questa la risposta che mi hai dato mentre io speravo in un: “Mi sento meglio!” e invece no... sei andata sempre a peggiorare...

Quando sabato sono venuti i gemellini a casa per trovarti non sai quanta tenerezza mi facevano... Alessandro continuava a mandarti baci e Manuela guardava quella scatola con gli occhi di una che non poteva credere che dentro ci potesse essere una persona che per 7 anni della sua vita andava sempre a casa sua a passare tutte le festività e passavano insieme giornate intere a ridere e scherzare.

Forse da bambini è più “facile” (anche se facile non è proprio il termine giusto) accettare la morte di qualcuno...

Mi sono sempre chiesta perchè abbia dovuto perdere il nonno quando avevo 6 anni... Ricordo ancora le corse che facevo con Carmine per portargli la “pilla”, o quando mi diceva: “Quando ci vediamo a nonno?” e io con l'ingenuità di una bambina rispondevo sempre “Domani.”.

Poi però ci rifletto e penso: “Ma se avessi vissuto altro tempo col nonno, come sarebbe stata la mia vita?”. Mi pongo questa domanda ogni tanto e la risposta è: “Non lo saprò mai...” e sai perchè nonna? Perchè per quanto uno possa immaginare come possa essere il futuro, la realtà è ben diversa...

Il 31 dicembre, mentre io e mamma venivamo da te, lei mi ha detto: “Se fosse ancora vivo il nonno, mi sa che avresti passato un guaio... In questi periodi faceva sempre le visite per gli auguri e sicuramente ti avrebbe chiesto di accompagnarlo...” e ti dico la verità, a me non avrebbe che fatto che piacere! Anche se ho pochi ricordi del nonno, sono tutti stupendi. E la maggior parte di questi me li raccontavi stesso tu con le lacrime agli occhi...

Ah... nonna. Ma come si può fare che appena si parla di te scoppiamo subito a piangere? Piangiamo tutti di tristezza mentre so che tu non vorresti... Per te non esistevano lacrime di tristezza, ma solo di gioia.

Un giorno che ero a casa da te e ti mettesti a piangere per la fine che stavi facendo, non sai che colpo al cuore mi hai dato...

Non posso fare a meno di girare per casa e pensare a te... Di quando entravi dalla porta, ti mettevi a stirare e mi chiamavi perchè ti servivano le crucce, altrimenti i pantaloni di babbo si maltrattavano e chi lo sentiva dopo!!

Oppure di quando mamma comprava la verdura e tu dopo aver stirato, con una santa pazienza la pulivi e ti mettevi anche a cucinare, così mamma li trovava già cotti.

E come dimenticare: “Non posso mangiare la ricotta, sennò s' blocc' 'ngann!” e io ti prendevo sempre in giro a tavola su ciò, ogni volta che mamma comprava un po' di ricotta di cestino che tu riuscivi a mangiare perchè non ti portava questo fastidio... Forse già da allora dovevamo capire che qualcosa non andava?...

Si dice che capisci l'importanza di una persona, solo quando la perdi.

Non è il tuo caso, giusto nonna? Tu per noi sei sempre stata importante.

Che io ricordi, non ho nessun ricordo brutto di te. Sono tutti ricordi belli e, perchè no, se ci si riflette su, anche divertenti.

Gli aneddoti più carini e divertenti sono quelli in cui volevi parlare “italiano”~

Patrì ij so previggent'”,“Quello, hanno costruito il palazzo senza le fondamentali!!”,“Patrì! Dic' a papà che accattass' 3 pacchett' e pall' 'n man!”, a ripensarsi ancora rido...

Oppure, ti ricordi quando a Natale di 2 anni fa, da zia giocammo a Sinco e tu, dopo che venne chiamata la prima carta, urlavi: “Centro!” e zia Angela: “Obbiloc' oì. Mò la nonna s pij tutt' è sord!” e ridendo e scherzando era così. Era un miracolo se qualcuno di noi riusciva a fare il centro prima di te.

Quest'anno è stato strano giocare senza di te... la tua mancanza si sente, e come...

Poco fa riguardavo le foto dei miei 18 anni, delle uscite ai ristoranti, la festa dei 70 anni di nonna Anna, “l'amica mia” come la chiamavi sempre tu... Rivedo quelle foto e vedo il tuo viso sereno. Felice. Pieno di vita, che negli ultimi tempi era scomparso...

Ora “l'amica tua” è l'unica nonna che mi è rimasta... Nonna Anna ci ripete sempre: “Io se vivo, vivo per voi!” e qui ti ripongo la domanda: “Perchè tu non l'hai fatto? Perchè ti sei abbandonata?

Non posso non pensarci! Proprio tu che quando vedevi qualcuno che stava male, eri la prima a dire: “Dovete combattere! Dovete essere forte!

Sappiamo che ciò che a ti ha abbattuto è stato il non poter camminare... Tu volevi essere libera! Quante volte ti ho incontrata nel mercatino mentre facevi un po' di spesa o stavi tornando a casa. E tutte le domeniche che salivi dalla nonna perchè: “Vado a trovare l'amica mia.”?

Ecco ciò che mi piace della nostra famiglia. Tu e la nonna non eravate “la suocera di mio figlio” o “la suocera di mia figlia”. No. Eravate amiche. Delle bellissime amiche.

Le mogli o i mariti dei vostri figli non sono “mio genero” o “mia nuora”. No. Sono “i miei figli~”.

Quanto vorrei abbracciarti nonna... Giovedì io e Checca ti guardavamo su quel letto e ci sembrava che ti muovessi... Speravamo tanto in un miracolo, ma questo non è avvenuto...

Quando la bara è entrata non volevo crederci che veramente ci stavi abbandonando per entrare in quella cassa per poi essere bruciata e venire inserita dentro una scatoletta delle dimensioni di un “put cas'” come lo chiama nonna Anna...

Il giorno del funerale la gente fermava mamma per fargli le condoglianze, gente che mamma non conosceva ma questi conoscevano te, perchè non c'era nessuno che non ti conoscesse e che non ti volesse bene, ma il tuo bene bisognava guadagnarselo e sopratutto meritarlo!

Quante altre cose vorrei dirti e che non ti ho detto mai. Non perchè non volevo dirtele. Ma chi avrebbe mai pensato che da un momento all'altro decidessi di salutarci?

Forse avrò fatto male a non dirtele in vita, ma so che tu mi ascolterai lo stesso anche se non sei più qui.

Una cosa che hai sempre saputo è che ti voglio bene, vero nonna? Forse non te l'avrò detto molte volte, e di questo mi rammarico, ma tu lo sapevi, come sapevi quanto ti voglio e ti vogliono bene ♥

Ciao nonna ♥

 
 
Current Mood: sadsad
 
 
Anna
12 January 2012 @ 09:39 pm

11.01.2012


Purtroppo ci hai abbandonato anche tu… Quando Checca me lo ha detto ho reagito come mai avrei pensato… Non ho pianto, no. Perchè finchè non ti vedevo con i miei occhi non volevo crederci. Ho mangiato qualcosa da nonna Anna, ho accompagnato Checco a studiare e sono venuta da te.

Sono entrata in stanza e tu eri lì, immobile, su quel letto che ormai era diventato il tuo unico posto per non sentire dolore. Sono venuta affianco a te, e ho pianto vicino a te, ma tu non potevi coccolarmi questa volta…

Non sai quante volte volte avrei voluto dirti: “Nonna tu devi reagire!” “Nonna perchè ti ostini a non prenderti le medicine anche se ti portano nausea?” “Nonna tu devi lottare per stare con noi!” 

E invece no… non ho avuto il coraggio di dirtele, e sai perchè? Perchè appena ti vedevo, vedevo la tua faccia sofferente per tutto ciò che stavi passando da maggio scorso. 

Quando venivo in ospedale ad accompagnare mamma per farti la notte ti davo un bacio e mi stringevi sempre la mano, anche se la tua ti faceva male. Me la tenevi sempre tra le tue e io ero felice. Quando poi me ne andavo ti davo un altro bacio e tu mi stringevi ancora più forte la mano tra la tua. 

Sai nonna, mi mancherai veramente tanto… Persone come te sono difficili da trovare…

Mi ricordo come ogni mercoledì venivi a casa e quando tornavo da scuola a ora di pranzo eri tu ad aprirmi la porta, mentre quando tornavo verso le 14 ti trovavo sul divano con mamma che riposavi; poi ti svegliavi mentre io studiavo, venivi in cameretta e mi salutavi baciandomi la fronte dicendo: “Ci vediamo sabato/domenica a nonna?”, ora realizzo che non potremmo vederci più… 

Come farò ad ogni festività stare senza di te, eh? Ormai era diventato normale passare tutte le festività tutti insieme a casa di zia Angela.

Ormai tu non eri solo la nonna dei tuoi nipoti. Tu eri la nonna di tutti. 

Sai che ha detto Alessandro qualche giorno fà? “E vabè ma la nonna poi guarisce. Non è venuta questo Natale, verrà al prossimo.” peccato che tu al prossimo, purtroppo, non ci sarai fisicamente, ma sicuramente spiritualmente sì. Anche ora sei con noi. Lo sento. Lo sei sempre stata in vita e lo sei anche dopo…

Sto piangendo da quando ti ho vista su quel letto… Le mie lacrime non sono per averti visto così, senza vita… Piango pensando a tutte le cose che mi hai dato quando eri in vita… Alle tue carezze, ai tuoi abbracci, ai tuoi consigli, ai tuoi sorrisi… Sto piangendo perchè tutte queste cose non ci saranno più… 

Domani dovremmo salutarci per l’ultima volta… Domani, sarà l’ultimo giorno insieme su questa terra… 

Promettimi che veglierai sempre su di noi, ok? Sopratutto il nonno!… Stai sempre, sopratutto, vicino a lui come lo siete stati in questi 51 anni di matrimonio, vabene? 

Ora sei lassù insieme a nonno Francesco e zia Giuseppina. Stringili forte forte da parte mia e dirgli che mi mancano tanto tanto. Ora ho 3 angeli ha guardarmi da lassù ♥ 

Ti voglio bene nonna! ♥♥♥

 
 
Current Mood: sadsad
 
 
Anna
02 November 2011 @ 09:39 pm
E' da un pò che non scrivo su LiveJournal :O ... Avevo detto che avrei imparato e invece non l'ho fatto. *si impicca* 
Dai su, per l'uso che ne faccio mi perdono(?)...
Comunque anche se non ne faccio questo grande uso, ciò non vuol dire che non possa prendermene cura... Quindi ho deciso di cambiare layout e usarne uno fatto da questa ragazza che io personalmente adoro ;O; reallystorygirl ♥♥♥
Spero di aver messo i codici bene ಠ_ಠ 
Ovviamente rovistando nelle sue fanfiction mi sono imbattuta anche nei layout e, amando Onew durante il periodo di Rock Of Ages, non potevo farmi sfuggire un'occasione del genere ಥ_ಥ ♥
Me ne vò a ripete un pò per il corso di domani.. non sia mai chiama per sapere cosa abbiamo fatto la settimana scorsa e io sono impreparata D: 
Sayonara~

 
 
Current Location: In my room
Current Mood: happyhappy
Current Music: The Boys - SNSD